Sarno, il dio offeso di Alfonso Catalano

Sarno, il dio offeso

1995, 2018, 2019. Tre reportage fotografici lungo il corso del Sarno, fiume inquinatissimo che scorre in un territorio ancora sorprendente.
di Alfonso Catalano
0
copie al goal
101%
completato
0
giorni
101%
Il numero di pre-vendite è stato raggiunto, il libro è in fase di lavorazione e sarà inviato quanto prima.

Project Description

Ci sono le fabbriche di pomodoro dell’Agro Sarnese-Nocerino e le industrie della pelle di Solofra.

Ci sono le aziende farmaceutiche e gli scarichi fognari di un’area con una densità per chilometro quadrato fra le più alte d’Italia. Quello del fiume Sarno è un viaggio complicato in un territorio difficile. La condizione di fiume inquinato – il più inquinato d’Europa, secondo alcuni studi – è diventata un marchio e purtroppo, da anni, non si intravede una soluzione.

Eppure c’è un territorio, benché sofferente e forse definitivamente compromesso, che ha ancora molti caratteri straordinari. A partire da un paesaggio unico. Dominato dal Vesuvio.Sarno, il dio offeso di Alfonso CatalanoUn territorio plasmato dalla lava delle eruzioni, attraversato dall’acqua di fossi, controfossi e canali manco fossimo nella bassa lodigiana. Una storia chiusa in 24 chilometri di acqua dalla montagna al mare. Una storia che rischia di rimanere una storia di acqua sporca e assassina. Ma che non è giusto finisca così.Sarno, il dio offeso di Alfonso CatalanoÈ lungo questa linea di pensieri che, lentamente come le acque del Sarno, è nata e cresciuta l’idea di questo libro. Raccontare il disastro senza perdere di vista il paesaggio. Documentare lo scempio e incontrare le persone.

Tutto è iniziato nel 1995. Tre giornalisti, che sono soprattutto tre amici, fanno un viaggio lungo il fiume Sarno e i suoi affluenti con macchine fotografiche e taccuini. Una prima settimana di lavoro poi altri ritorni per documentare e raccogliere storie. Parecchio materiale che all’epoca non trovò uno spazio.
Nel 2018 le diapositive sono saltate fuori dall’archivio. E con le foto la voglia di condividerle arricchendo e aggiornando il lavoro. Sono seguite due spedizioni, nell’estate del 2018 e del 2019. Ora i tre reportage sono riuniti in un unico libro. Tre capitoli distinti dedicati, rispettivamente, al paesaggio, all’inquinamento e alle persone.Sarno, il dio offeso di Alfonso CatalanoSarno, il dio offeso di Alfonso Catalano

Sarno, il dio offeso di Alfonso CatalanoNei primi due, “Di acqua di lava di terra e di tufo” e “Horror Cloacae“, le immagini seguono il flusso del fiume dalla sorgente alla foce in modo trasversale rispetto al tempo in cui sono state scattate. Nell’ultimo, “Un fiume, di gente“, sono raccolti i ritratti, tutti realizzati nel 2019.

Volti e corpi di donne e uomini che con tenacia e coraggio continuano a coltivare lungo il fiume, ultima precaria barriera fisica alla fine di ogni speranza.

Nel libro ci sono alcune riprese di Pasquale Stanzione, amico e maestro che ci ha lasciato da qualche anno. Questo libro è un omaggio anche a lui.Sarno, il dio offeso di Alfonso CatalanoPerché acquistare Sarno, il dio offeso?

Per conoscere, per scoprire, per farsi un’idea. Questo libro non risolverà l’inquinamento del bacino idrografico del Sarno ma vuole essere un modo per offrire il territorio del Sarno a chi non se lo aspetta così com’è, a chi ci vive e non ci fa più caso, a chi potrebbe intervenire ancora, a chi non l’ha mai visto.
Si può credere che il disastro del Sarno sia un problema locale. Sarebbe un errore perché l’ambiente è un bene globale.Sarno, il dio offeso di Alfonso CatalanoAcquista una copia del libro e aiutaci a fare in modo che quella qui sopra non diventi l’unica cartolina possibile.

Grazie!

Sarno, il dio offeso

di Alfonso Catalano

a cura di Luigi Di Pace

con un testo di Luca Pucci e Giusy Lofrano

Video di Johnny Dalla Libera

La voce del canto popolare nello slideshow è di Carmine Cava

Si ringrazia SGP Italia per il supporto

Specifiche libro

Larghezza:16,5cm
Altezza:24cm
Pagine:128
Copertina:Brossura cucita
Lingue:Italiano

Author Informations

NomeAlfonso Catalano
Paese Italia
Sito webhttp://www.sgpitalia.com/fotografo_beta.asp?id=55

Biografia

Alfonso Catalano è nato in Svizzera, a Brugg, nel 1967.

Nel 1991 inizia a lavorare come fotografo nella redazione del quotidiano Il Giornale di Napoli occupandosi principalmente di cronaca sociale: realizza reportage fotografici legati alla complessa realtà urbana della Campania e del sud Italia, nei quali, denunciando puntualmente le profonde contraddizioni del periodo, vengono affrontati temi delicati come l’emergenza casa, il permanere delle disumane condizioni dei pazienti negli istituiti psichiatrici nonostante la legge Basaglia, il disastro ambientale.

Si sposta poi a Milano, dove completa gli studi diplomandosi in fotografia presso l’istituto Riccardo Bauer. Ben presto entra a fare parte dello staff dell’agenzia Farabolafoto – oggi archivio storico – diventandone uno dei fotografi di punta, inizia a collaborare con l’editoria periodica e si avvicina al mondo della moda.

Nel 2006 Alfonso Catalano entra nel team dell’agenzia SGP di Stefano Guindani di cui tutt’oggi fa parte. Qui mette a frutto le competenze eclettiche acquisite negli anni precedenti, sviluppando una forte inclinazione per il reportage, il ritratto e la fotografia di moda e realizzando servizi fotografici per i maggiori periodici italiani e internazionali e per i brand più prestigiosi del Made in Italy.

Nel 2013 ha realizzato la mostra Colortaste La Cucina si Fa Arte, progetto fotografico in progress che ha visto coinvolti i principali chef stellati italiani e internazionali. Nel 2014 la mostra è stata ospitata a Shanghai presso l’Italian Center e a novembre 2019 a Tokyo nell’Ambasciata italiana.

Il numero di pre-vendite è stato raggiunto, il libro è in fase di lavorazione e sarà inviato quanto prima.

Per favore aspetta...